martedì 20 dicembre 2016

Ora Di Maio querela i giornalisti, come il potere

"Stamattina sono costretto a querelare alcuni giornalisti che hanno scritto articoli vergognosi su di me e a citare per danni i loro editori. Mi attribuiscono frasi e condotte sul 'caso Marra' che sono pura invenzione". Così Luigi Di Maio, il papabilissimo prossimo candidato Premier per il M5S...sempre che non venga silurato prima, s'intende.

Sia chiaro, per quanto ci riguarda, Di Maio se ritiene siano state scritte falsità sul suo conto può fare ciò che vuole. Curioso però che la querela arrivi da un esponente di spicco del Movimento 5 Stelle. Si perché, sapete, internet è davvero un "posto meraviglioso", citando Grillo. Qui tutto rimane, e tutto può esser tirato fuori e ricordato all'occorrenza.

9 agosto 2009, blog di Beppe Grillo:

La querela per diffamazione è sopravvissuta a tutte le riforme sulla Giustizia, alla depenalizzazione del falso in bilancio, al lodo Alfano, alla separazione delle carriere, al bavaglio all'informazione. La querela serve al potere. La querela è un'arma da ricchi. Usata per intimidire. Per tappare la bocca. Per togliere i mezzi economici all'avversario. Spesso con la ricerca del pelo nell'uovo, come ad esempio un mancato virgolettato in una frase. La querela può essere penale o civile. Se va bene si infanga l'avversario e si porta a casa un piccolo tesoretto. Magari con la cessione del quinto dello stipendio di un povero diavolo.


Ma soprattutto:

Di solito si querela la verità, mai la menzogna. Di solito chi querela sono i politici e i rappresentanti delle cosiddette istituzioni, mai i cittadini. Di solito la querela viene usata in mancanza di altre argomentazioni per finire sui giornali di regime e fare la figura dell'innocente


"Di solito si querela la verità, mai la menzogna". Firmato: Beppe Grillo.

Ricordatelo a Luigi Di Maio.

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

giovedì 17 novembre 2016

E ora Carlo Sibilia sfrutta pure Bob Dylan

Il referendum costituzionale del 4 dicembre è oramai alle porte. La campagna legato ad esso verrà ricordata come quella più politicizzata di sempre (riguardando un referendum e non un'elezione politica/amministrativa), oltre che - giudizio personale - una delle peggiori ed inutili.

Facciamo degna concorrenza allo scontro Clinton-Trump insomma.

L'ultimo colpo basso alla decenza proviene da una nostra carissima ed amata conoscenza, il buon On. Carlo Sibilia.

Approfittando del NO di Bob Dylan al ritiro del Nobel, ecco che il futuro ministro dell'istruzione (per la gioia dei nostri figli e nipoti) ha twittato una perla di rara bassezza bellezza



Immaginiamo già la faccia del buon vecchio Bob se sapesse....

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

martedì 15 novembre 2016

La doppia gaffe di Di Battista sulla Costituzione

Stremato dal tour elettorale a favore del "NO" per il referendum del 4 dicembre, Alessandro Di Battista cade nell'ennesima gaffe sulla Costituzione.

Dopo aver sbagliato, a Piazzapulita, affermando che la Costituzione fosse stata approvata a suffragio universale nel 1948 "Cioè mi state dicendo che mi dovrei vergognare a difendere la Costituzione del boom economico o la Costituzione approvata a suffragio universale nel 1948'",


ecco che il Dibba ci ricasca, sempre sullo stesso argomento:

"Gli altri ci marciano, ho sbagliato in tv quando anzichè dire 'Costituente' ho detto 'Costituzione'. Quando è stata approvata la Costituzione? Nel 1948"



Peccato, caro Dibba, che il testo costituzionale fu approvato il 22 dicembre 1947 entrando in vigore, quello sì, il 1 gennaio 1948. In più, l'Assemblea Costituente fu eletta a suffragio universale (dai 21 anni in su, donne comprese, per la prima volta in Italia) nel 1946, non nel 1948.

Dibba Dibba....più parli, più ne spari. Per la nostra gioia.

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

domenica 30 ottobre 2016

Le vergognose dichiarazioni della Senatrice grillina Enza Blundo sul terremoto

Ma i grillini non sono complottisti! I grillini sono intelligenti, non sono stupidi come tutti gli altri parlamentari. Sono diversi, sono er mejo!

Sì, come no. Sul blog trovate una valanga di dichiarazioni che smentiscono questa credenza, dette e scritte da parlamentari che farebbero invidia anche al più divertente dei Razzi imitati da Crozza.

L'ultima della lista è tal Enza Blundo, ex insegnante, ora Senatrice della Repubblica eletta nel Movimento 5 Stelle.

Sappiamo tutti i disastri dell'odierno (30 ottobre 2016) terremoto che ha colpito, di nuovo, il Centro Italia. Ovviamente in questi casi ci sarebbe il silenzio, interrotto da messaggi di auguri, magari inviti ad aiutare, a donare, ad agire per evitare che queste tragedie si ripetano, mettendo più in sicurezza gli edifici.

Purtroppo così non è e la Senatrice grillina ha interrotto il silenzio con un messaggio che difficilmente è commentabile.

Ad ora, queste sono le sue dichiarazioni



Perché diciamo ad ora? Semplice, perché il messaggio è stato modificato per ben tre volte:


Complotto del TG1!!! modifica, per gli interessi del Governo del Piddì, la magnitudo della scossa così da non risarcire i danneggiati al 100%, come fu per L'Aquila!

Eccola qui, l'indole complottara del grillino medio, purtroppo seduto in Senato in questo caso.

Peccato che nel caso de L'Aquila si trattò di una bufala bella e buona, già sbugiardata più e più volte (vedi qui e qui per approfondimenti).

Per fortuna, i commenti sono tutti contro la Senatrice. Gli stessi grillini sono indignati per il post. Chissà se capiranno chi siano per davvero quelli che han votato, prima o poi...

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

martedì 18 ottobre 2016

#IoVaccino: Guida intergalattica per grillini dubbiosi

Scienza e Movimento 5 Stelle non vanno spesso d'accordo. Le sparate antiscientifiche di Beppe Grillo e Parlamentari o rappresentanti del M5S sono epiche, in negativo.
Problema è che periodicamente esse tornano di moda (anche fra grillini usciti dal movimento ma ancora in Parlamento) e considerando il potere che il potenziale secondo partito d'Italia (se non il primo), la cosa preoccupa e non poco.

Per ricordare le varie dichiarazioni, partiamo dai vaccini che fanno diventare gay di Vanoli, alla proposta di legge sui vaccini che causerebbero autismo, tumori, leucemia, mutazioni genetiche, ad altre assurdità varie che abbiamo raccolto nel tempo e che trovate in questo articolo.



Per cercare di smontare queste balle complottiste, segnaliamo il paper "#IoVaccino: guida intergalattica per genitori dubbiosi", una guida redatta da epicentro.iss in cui si spiega in dettaglio, con riferimenti bibliografici, cosa siano le vaccinazioni, i pericoli per chi non si vaccina, si debunkerano i vari complottismi sulle vaccinazioni etc etc.

La trovate a QUESTO INDIRIZZO

In alternativa, vi è una guida più lunga e dettagliata dal titolo "Vaccinazioni: tra dubbi e risposte. Un aiuto tra vere e false informazioni"

Anche sull'ottimo blog Medbunker, blod di debunking delle bufale mediche, troverete molti articoli ben scritti che smontano tutte le bufale e le assurdità legate al mondo dei vaccini. Segnaliamo un riassunto con anche tutti i link dedicati al tema dal titolo "VACCINI E BUFALE".

Anche Focus si è occupato della vicenda, con una sintesi molto veloce da leggere: "11 Cose che non sai sui vaccini".

Infine su LeScienze, vi sono tantissimi articoli sul tema, dalle prove che i vaccini non sono legati all'autismo al ritorno di malattie oramai scoparse a causa dello scetticismo antivaccinista che, purtroppo, con internet sta prendendo sempre più piede.


Ripetiamolo assieme: i vaccini non causano autismo, sono importanti e salvano vite. Non vaccinandosi non solo si mette in pericolo noi stessi, ma anche chi ci circonda.

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

domenica 16 ottobre 2016

L'imbarazzante diretta della Raggi al "conclave" grillino

A Roma è da mo' che non tira una bella aria. Virginia Raggi, trionfante alle elezioni comunali, si è trovata travolta da continui scandali e problemi tanto che, di fatto, non ha quasi iniziato ad amministrare la capitale.
Roma è in crisi sotto ogni aspetto. Chiusa la parantesi delle Olimpiadi, è tempo di iniziare a far qualcosa per cercare (almeno) di non peggiorare ancor di più la situazione dei romani.

La sindaca (almeno Boldrini non s'incazza) ha portato tutti in ritiro spirituale per rioganizzare le idee e cercare un piano per risolvere una parte dei problemi di una città sull'orlo del default, non solo finanziario.

Definito "conclave", nessun giornalista poteva accedervi. Dirette streaming...ah, esistono ancora?
Ecco però che su Facebook compare effettivamente una diretta. Tasse, trasporti pubblici, rifiuti? Macchè! Semplicemente una Virginia Raggi che se la ride assieme agli altri grillini, sbeffeggia i giornalisti e cerca di capire come terminare la diretta stessa...Quelli che "W la Rete" poi non sanno usarla, per l'appunto.

Resosi subito conto di quanto imbarazzante fosse quel video, ecco che nel giro di pochissimo il deus ex machina grillino interviene, cancellandolo. Tanto era corto, lo avranno visto in pochi e nessuno ne parlerà mai.

E invece no! un utente ha registrato la diretta, caricandola su youtube. Ecco il video:


Ovviamente i cittadini romani, grillini e non, non hanno molto gradito. E te credo...

Povera sindaca...non gliene va bene una.

Ah....domandina. Ma questa riunione simil studenti di college americani, chi la paga?

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

sabato 15 ottobre 2016

Breve tutorial per aiutare Luigi Di Maio a leggere le mail

Sappiamo tutti la difficoltà di Luigi Di Maio nel leggere e/o capire le mail che arrivano alla sua casella.

Per semplificare un po' le operazioni e dare al probabile candidato premier grillino dei suggerimenti, ecco pronto per lui un video tutorial preparato da Daniele Cina (@danielecina)
Facile, veloce intuitivo e semplicemente fantastico. Buona visione



@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

La novità di Google News che distruggerà Grillo e M5S

L'elogio di internet e della rete è sempre stato un cavallo di battaglia per il Movimento 5 Stelle. Grazie ad essi Grillo ha potuto tornare ad avere un peso importante nel palcoscenico ital(id)iota, creando appunto un movimento che cercasse, in qualche modo, di cambiare le cose.

L'esistenza di questo blog è la prova di come...beh, le cose forse è meglio che non cambino più di tanto in quella direzione.

Ma cosa c'entra Google in tutto ciò? Ad oggi, poco o nulla, almeno in Italia. Ma la novità, la nuova etichetta che il colosso americano ha introdotto nel suo aggregatore di news (Google News appunto) sarà la fine dei populismi, ergo in primis di Grillo e M5S.

Nel Google News americano, infatti, è stato introdotto il Fact Cheking ad ogni news che ne necessiti uno.

Come racconta l'Ansa:

A meno di un mese dalle elezioni presidenziali statunitensi, Google inizia a segnalare gli articoli di fact checking, cioè gli scritti di verifica dei fatti su diversi argomenti - dalla politica alla salute alla scienza - curati da oltre un centinaio di siti web. Nell'aggregatore di notizie Google News, la società californiana ha introdotto l'etichetta "fact check" che si affianca a quelle già in uso per contrassegnare diverse news, da "approfondimenti" a "editoriali" a "il più citato". Per ogni notizia trattata dalle varie testate giornalistiche, Google mostra quindi anche il link a un sito che offre il fact checking su quell'argomento, ad esempio FactCheck.org e FullFact.org. La novità è già attiva sull'edizione statunitense e inglese di Google News, e sulla app "Google news & weather" per dispositivi iOS e Android.


Chissà se e quando verrà introdotto in Italia. E chissà se questo blog entrerà a far parte nella lista di siti simil "Fact Check" che andrà a verificare e sbugiardare le fare assurdità dette dai grillini.

Noi non vediamo l'ora. E voi?

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

domenica 9 ottobre 2016

M5S come UKIP: rissa fra parlamentari

Che il M5S abbia simpatie per l'UKIP inglese (il partito di Farage eurosettico) è risaputo da tempo. Che ne abbracci molte delle idee anche.
Che sia però in simbiosi e ne imiti le gesta pure in Parlamento....beh, quella ci è nuova.

Ovviamente è una curiosa coincidenza, però fa sorridere come la rissa sfiorata fra i due parlamentari grillini Giorgio Sorial e Francesco Cariello sia arrivata poche ore dopo la rissa, avvenuta per davvero, fra gli eurodeputati di UKIP.
Se fra i nostrani nel giro di poco è finito tutto con urla e qualche spintone, senza feriti, gli inglesi se ne sono date e pure forti, tanto da far finire in ospedale Steven Woolfe, candidato alla leadership dopo le dimissioni a sorpresa di Diane James, per un collasso.


Dalla violenza verbale a quella fisica il passo è breve. Noi vi abbiamo avvisati, gli inglesi dimostrato...

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

giovedì 22 settembre 2016

M5S spaccia foto concerto di David Guetta per sport Raggi

Sul web tutto ha le gambe corte, non solo le bugie. Ad esempio, spacciare per propri fans degli ignari ragazzi andati a sentire un concerto di un DJ, David Guetta, in Romania.

A volte ci vuole più tempo, però prima o poi la verità viene a galla. Così, tal Pál Szilágyi-Palkó, fotografo della TransilvanArt, viene a scoprire che una sua foto scattata proprio a quel concerto (forse avvisato da altri utenti) è stata utilizzata dal M5S e Virginia Raggi per celebrare la vittoria a Roma del 19 giugno.

"This is my photo at a David Guetta concert in Romania. Not a political meeting"



Ed ecco l'immagine originale:


Una piccola gaffe, sia chiaro, però è dalle piccole cose che si valuta chi si ha davanti. E a giudicare dalle vicende romane....

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

lunedì 12 settembre 2016

Di Maio: "Se vinciamo a Roma sì alle Olimpiadi"

"Sosterremo la candidatura di Roma alle Olimpiadi solo se vinceremo noi le elezioni nella capitale, altrimenti lasceremmo quegli appalti nelle mani degli stessi coinvolti in mafia capitale. In tal caso, preferiremmo restituire i servizi essenziali di cui la città ha bisogno". Luigi Di Maio, esponente del M5S e vice presidente della Camera, rispondeva così alla domanda di Lilli Gruber a Otto e Mezzo, su La7, il 15 dicembre 2015.





"Non accettiamo la logica delle Olimpiadi". Luigi Di Maio, parlando dal palco di Nettuno insieme agli altri membri del direttorio M5S



Che dire, la coerenza andrà di moda. Tra l'altro, Di Maio ci sta abituando sempre di più alla coerenza delle sue dichiarazioni...

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

domenica 11 settembre 2016

11/9: un complotto per questi parlamentari grillini

Oggi 11 settembre 2016 è una data importante: 15 anni fa, in quel lontano 2001, ci fu uno degli attentati più sanguinosi della storia. Un evento che cambiò per sempre il Mondo e ancora oggi ne viviamo le conseguenze.
L'attentato alle Torri Gemelle fece scoprire Bin Laden al mondo, il terrorismo islamico e la fragilità della Nazione più potente al Mondo.
Un evento che verrà ricordato nei libri di storia che fra secoli i nostri discendenti leggeranno.

Bernini che legge assurdità sull'11/9

Ma che storia verrà letta? Quale "versione"? Quella ufficiale, riconosciuta dai più, oppure l'altra, quella "complottista"?

Per quanto riguarda l'Italia, tanto dipenderà anche da chi governerà per i prossimi anni. Se dovesse salire il M5S, ecco che la probabilità di trovare una versione alternativa spacciata come veritiera non è poi così remota.

Nel tempo, molti grillini hanno abbracciato queste teorie. Se si tratta di un cittadino comune, male ma cavoli suoi. Quando però parliamo di gente che siede in Parlamento, ecco che le cose diventano gravi.

Ecco che Paolo Bernini, quello dei microchip, alla Camera definì l'attentato dell'11 settembre come un "Inside Job"



Oppure Angelo Tofalo, il quale sulla sua pagina facebook ha postato un video in cui si cerca "la verità", ovviamente quella a favore dei complottisti...


Non soddisfatto, pure quest'anno ha rincarato la dose, postando (fra i tanti) qualche articoletto pro complotto.

Inutile dire che son tutte cazzate sciocchezze. Da tempo i dubbi sono stati spiegati e le teorie alternative, nonostante le numerose evoluzioni, non riesco a reggere il confronto con la scienza e la realtà dei fatti.

In rete troverete numerosi articoli e siti con spiegazioni chiare e dettagliate.
Segnaliamo un articolo e un sito per chi volesse approfondire:

LE BUFALE SULL'11 SETTEMBRE: 7 RISPOSTE DA DARE AI COMPLOTTISTI
UNDICISETTEMBRE.INFO

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Non ricordate queste dichiarazioni a Di Maio

"C'è una certa elite intellettualoide italiana che si dice "sconcertata" per una mia dichiarazione di qualche giorno fa: "Per me ai politici non va applicata la presunzione di innocenza. È facendo i garantisti con i politici che abbiamo rovinato lo Stato Italiano. Altro che presunzione di innocenza. Io per questa gente vedo solo presunzione di indecenza".
Ebbene rivendico questa affermazione: se i politici finiscono in scandali come quelli di
#mafiacapitale #expo #mose, devono dimettersi dall'incarico e farsi processare. Le "auotosospensioni", i "commissariamenti" e le teste di legno come Marino, sono solo prese in giro.
Questa gente ha già fatto troppi danni con i soldi delle tasse degli italiani per pretendere da noi garantismo. Soprattutto poi se a chiederlo sono partiti come il Pd che dal 41% sono passati al 41 bis.
Per me se c'è un dubbio non c'è alcun dubbio. È così che vanno trattati.
Renzi chieda le dimissioni di Marino subito e mandi al voto i cittadini Romani. Sarebbe il primo atto sensato in 10 mesi di Governo." (Luigi Di Maio)



Come cambiano le cose, in nemmeno 2 anni....


@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

domenica 28 agosto 2016

Sciacallaggio 5S: Dimissioni subito per il Sen Gianluca Castaldi (M5S)

A tutto c'è un limite.
I fischi a Renzi&Co dopo il funerale delle vittime del terremoto sono uno dei peggiori esempi di sciacallaggio, ignoranza e mancanza di dignità e rispetto che si potessero dare.
Il Presidente del Consiglio può e deve essere contestato, ci mancherebbe. Ma ci sono mille altre occasioni per farlo...non dopo i funerali.
Ennesima dimostrazione dell'ignoranza di grillini (et simila), della "cultura della ggggggente" tanto acclamata che dovrebbe salvare il Paese.
C'è però chi va oltre, chi addirittura ci marcia sulla cosa, tanto da farci un post di propaganda politica sul suo profilo facebook.
E' il caso del Senatore Gianluca Castaldi, portavoce al Senato della Repubblica per il Movimento 5 Stelle, il quale sul suo profilo facebook a scritto tale post:


Purtroppo, crediamo a causa degli insulti ricevuti, ha eliminato il post. Peccato che oramai il post fosse stato già fotografato e condiviso sulla rete. Ah la rete, ogni tanto è davvero bella.



Il Senatore, dopo aver pure ristretto la privacy del suo profilo, ha scritto un post in cui cerca di giustificarsi e scusarsi


Incredibile come cerchi pure di dare la colpa a "qualcuno" che lo "ha interpretato in altro modo".

Segnaliamo su Change.org una petizione per chiedere le sue dimissioni. E ci pare giusto chiederle anche noi.

Again. A tutto c'è un limite. Ora basta.

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

sabato 27 agosto 2016

HAARP invita i grillini complottisti a visitarla

Come segnalato da Paolo Attivissimo, i gestori di HAARP (la University of Alaska) hanno indetto una giornata a porte aperte in cui sarà possibile visitare l'impianto.
Visto il terremoto avvenuto in Italia, sarebbe un'ottima occasione per capire il perché le accuse di scosse generate da un impianto di quel tipo siano, sostanzialmente, delle cazzate assurdità.



Vista l'ingente presenza di complottisti/complottari fra le fila grilline (e purtroppo non solo fra gli elettori, ma anche fra gli eletti), sarebbe bello che i grulli andassero a fare un bel giro (con annessa guida turistica, meglio se un ottimo scienziato) così da schiarirsi un po' le idee.



Per chi volesse approfondire sul perché HAARP non possa generare terremoti ed altro:
http://www.gi.alaska.edu/haarp/faq
https://www.metabunk.org/haarp-returns-holds-open-house.t7867/

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

venerdì 26 agosto 2016

Il deputato grillino diffonde la bufala del jackpot del Superenalotto per i terremotati

128 milioni di euro. Questo è il jackpot, ad oggi, del Superenalotto. Una cifra importante, che di sicuro potrebbe aiutare, e non poco, le popolazioni colpite dal terremoto di pochi giorni fa.
Se la casalinga di Voghera lanciasse un appello per chiedere di devolvere l'intera somma ai terremotati, potremmo anche comprenderla. Il populismo trova terreno fertile durante forti avvenimenti che colpiscono l'emotività delle persone, a cui poi bisogna aggiungere una innocente ignoranza.
Se però a condividere quell'appello sono politici, come la Meloni (la prima, forse), ecco che dietro c'è o un becero populismo per farsi notare, oppure una tremenda ignoranza inaccettabile per un politico.

Oltre a lei, anche un deputato grillino (se ce ne sono altri, segnalateli) ha condiviso un video in cui appunto chiede di devolvere tutta la vincita ai terremotati: si tratta di Federico D'Incà, deputato M5S.



Perché, detto fuori dai denti, è na stronzata assurdità?

Partiamo da un punto: come funziona il superenalotto?
Lo Stato italiano concede ad un'azienda privata la gestione della raccolta delle giocate. SISAL raccoglie grazie alla concessione i soldi per conto dello Stato ed esso le paga un aggio (mi pare intorno al 3-4%). Questo è il guadagno dell'azienda (40milioni annui circa negli ultimi due anni)
I 100 e passa milioni sono ovviamente una % della raccolta stessa (lorda arriva oltre al miliardo di euro che babbo Stato si intasca, a cui poi si tolgono le vincite e appunto i costi della concessione).
Cosa succede donando (ergo azzerando) il jackpot? Che
1) a rimetterci è anche un'azienda privata. Con quale autorità lo Stato espropria il ricavo di un'azienda privata?
2) le giocate sarebbero molto minori, ergo alla fine lo Stato ci rimetterebbe molti più soldi, quindi in conseguenza avrebbe meno fondi da destinare ai terremotati


Se proprio, il Governo potrebbe donare la raccolta netta, superiore al jackpot...ma i primi fondi sono già stati stanziati, e altri probabilmente ne arriveranno, maggiori dei 100 milioni del Superenalotto...attendendo poi quelli UE.

Di che stiamo parlando quindi??!

Spiegatelo all'amico grillino e a tanti, troppi italiani...

Ah, ultima cosa. Il caro cittadino D'Inca è pure in V Comm. Bilancio, Tesoro e Programmazione, oltre che Comm. per l'Attuazione del Federalismo Fiscale (come indicato sulla sua pagina).

Bella roba..


Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

mercoledì 24 agosto 2016

Lo "sciacallaggio 2.0" grillino durante il terremoto

Cosa si fa durante un terremoto? Si postano i numeri della protezione civile, le indicazioni date da essa, gli appelli per le donazioni di sangue etc etc, ovviamente prendendoli dai profili ufficiali o dai siti degli enti stessi.

In teoria almeno. In pratica, si possono anche postare sul proprio blog, così da dire ai propri...ehm...cittadini che valgono uno come tutti, di postarli, così da farli condividere da altri cittadini (non eletti) i quali aumenteranno le visite del proprio blog. Inoltre, ovviamente, si fa pubblicità al proprio nome...

Chi lo fa? ahahha indovinate un po'.


E mica solo sul twitter eh!



L'onnipresente blog di Beppe Grillo...

Eddai su, almeno questa volta, era francamente inutile no? Perché questo "sciacallaggio" 2.0 in cerca di visite e visibilità? Bastava, come fatto per altro da diversi grillini, fare un post su Facebook in cui si davano le informazioni utili:


Non va bene così? Più immediato, di aiuto e di...classe.

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Le incredibili dichiarazioni di Carlo Sibilia sull'ISIS

Tutti voi sicuramente conosceranno le interviste de "Le Iene" in cui chiedono a vari esponenti politici quesiti di vario genere, di solito legati all'attualità.
Il Fatto Quotidiano ha fatto un po' lo stesso giochino, chiedendo ai nostri politici di rispondere a domande riguardo i fatti bellici (barconi, ISIS etc) già un paio di estati fa. Siccome però il nostro amicone Carlo Sibilia si diverte a rispondere in modo educato a chi lo contesta (giustamente e in modo civile), ecco che riteniamo opportuno andare a riprendere le sue risposte al quizzettone del Fatto Quotidiano, riprese da BlizQuotidiano:

"Carlo Sibilia (M5s) ”L’avanzata minaccia i cagai“Cos’è l’Isis? “L’Isis non è una cosa semplice da spiegare. Nel 2007 cresce questa forza, l’Isis, che faceva gli spot su Al Jazeera. Gli Usa lo hanno finanziato e anche l’Italia, attraverso l’associazione Amici della Siria”. Chi è il nuovo premier iracheno? “Su questo non ci siamo soffermati: ci sono stati troppi avvicendamenti in questi anni”. (al-Maliki è stato premier ininterrottamente dal maggio 2006 all’11 agosto scorso, ndr). Quali sono le minoranze a richio? “Molte: gli yazidi, i cagai e altri”. Chi sarebbero i cagai? “Soffermarsi sulle singole minoranze è riduttivo, lo faccia la destra o Scelta Civica."





Gli spot su Al Jazeera. I "Cagai"...Ahhh i grillini....se non ci fossero, dovrebbero inventarli.

Ma loro sono er mejo eh!!! E ovviamente il loro (forse) futuro Ministro dell'Istuzione è er mejo tra i mejori....

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

martedì 23 agosto 2016

L'educazione sgrammaticata del cittadino Carlo Sibilia

Si sa, il caldo a volte gioca brutti scherzi. Poi l'aria di festa, di Ferragosto, la speranza che "tanto son tutti in vacanza, nessuno lo noterà" fa il resto. Peccato però che sull'internet le cose rimangano, e guardare il cell sotto l'ombrellone è oramai prassi comune, purtroppo per i grillini e uno in particolare, Carlo Sibilia.

Che ha fatto oggi il futuro (forse) Ministro dell'Istruzione del M5S? Scoperto che la Stazione Spaziale in realtà sia un Lego? Sapete...visto che già non crede all'atterraggio sulla Luna...

Nulla di tutto ciò. Oggi il Sibilia se l'è presa con Mario Seminerio, in arte Phastidio, il quale commentando una dichiarazione (che meriterebbe un articolo a parte, vista l'assurdità) del grillino, si lascia andare ad una frecciatina molto innocente (e meritata):
Non sia mai! Ecco la risposta, molto ma molto educata, del responsabile Scuola e Università del M5S:

Alleghiamo anche l'immagine, sia mai venga cancellato (sapete, ogni tanto capita con i grillini)



Curioso anche il "po" senza apostrofo....o minuscolo, nel caso in cui avesse voluto indicare il fiume.

Non contento, la discussione è andata avanti in un tweet successivo di Seminerio, ma questa è un'altra storia.

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

giovedì 21 luglio 2016

Di Maio e la lobby dei malati di cancro

Di Maio, il grillino "intelligente". Il (probabile) futuro candidato premier del Movimento 5 Stelle. Quello che piace alla gggente, belloccio, calmo, elegante. Quello che fa della diplomazia la sua arma, cercando di essere il meno impulsivo possibile, in un movimento in cui l'impulsività la fa da padrona. Quello meno teatrale di tutti. Quello che piace anche alla parte più moderata dei grillini.

Ecco, Di Maio, oggi se ne è uscito con questa dichiarazione:

"Io non ce l'ho con le lobbies. Esiste la lobby dei petrolieri e quella degli ambientalisti, quella dei malati di cancro e quella degli inceneritori. Il problema è la politica senza spina dorsale, che si presta sempre alle solite logiche dei potentati economici decotti. "

Non ci credete? E' proprio sulla sua fanpage:


Eh, si sa...sti malati di cancro sono una lobby potentissima, al pari dei petrolieri ed inceneritori. Ed è giusto porla a fianco a quelle, nello stesso elenco.

E attenzione, se lo critichiamo per questo...siamo dei piddini che "strumentalizzano ad arte" le parole del povero Di Maio.

La colpa è sempre degli altri che sono malfidenti....

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

lunedì 11 luglio 2016

Beppe Grillo supplica i fratelli tedeschi di invaderci

Il M5S, con Beppe Grillo in testa, negli ultimi anni è il primo oppositore alla politiche Europee e alla "dittatura tedesca" che, secondo loro, starebbe contribuendo all'affossamento del nostro Bel Paese.
Curioso che coloro i quali si ponevano come l'alternativa alla classe politica italiana, colpevole di aver distrutto l'Italia, oggi diano la colpa di tutto a tedeschi e UE, salvando de facto i politicanti che tanto hanno criticato.
Oggi imputano loro di essere "solo" complici, mentre prima erano proprio i responsabili diretti del disastro italico, tanto che...tenetevi...Beppe Grillo sul suo blog invocava l'aiuto proprio dei "fratelli tedeschi", supplicandoli di invaderci al fine di liberarci da quella classe politica corrotta ed incapace che ci stava governando.

Non ci credete?

Edizione del 14 febbraio 2008 del DIE ZEIT, tradotta pure sul Blog del comico:

"L’Italia lancia un appello ai fratelli tedeschi. Dichiarateci guerra. Ci arrenderemo volentieri. Non dovrete sparare neppure un colpo di fucile. Lanceremo violacciocche e mimose ai vostri Franz e Gunther in sfilata. Siete la nostra ultima speranza. Intanto, mentre riflettete e preparate i vostri carri armati, vorremmo che vi prendeste cura dei nostri dipendenti pubblici. Ogni giorno vi inviamo i nostri rifiuti dalla Campania in treno. I nostri politici sono rifiuti tossici, basta aggiungere qualche vagone in più, ben chiuso per farli arrivare a Berlino o a Colonia. Prendete anche loro per favore. All’arrivo termovalorizzateli subito, sono contagiosi più dell’Ebola e della febbre del Nilo. Vi pagheremo bene. Vi do la mia parola che non avrete in cambio bond della Parmalat, il più grande fallimento della Storia, o della Cirio e neppure azioni dell’Alitalia, che perde un milione di euro al giorno. Posso rassicurarvi anche sui titoli di Stato: non faranno parte del compenso. L’Italia ha il debito pubblico più grande di Europa, circa 1.626 miliardi di euro. Se dovesse rimborsare tutti i BOT e i CCT lo Stato italiano dichiarerebbe bancarotta e la gente sparerebbe per le strade.
Vorrei suggerirvi qualche nome per i passeggeri dei vagoni piombati. Molti li conoscete, sono famosi anche all’estero come Berlusconi che ha offeso un vostro rappresentante alla Comunità Europea dandogli del kapò. Un uomo che si è fatto da solo con un piccolo aiuto da parte degli amici. In Italia l’amicizia è sacra e se gli amici si chiamano Bettino Craxi, morto latitante in Tunisia, o Marcello Dell’Utri, condannato per frode fiscale e false fatturazioni e creatore di Forza Italia, o Licio Gelli, condannato per aver infiltrato la sua organizzazione, la P2, in tutti i settori dello Stato italiano, si può chiudere un occhio. Gli amici non si tradiscono mai, soprattutto se ricambiano. Craxi, ad esempio, gli ha permesso con un decreto legge ad hoc di disporre di tre canali televisivi nazionali con cui fa propaganda politica per il suo partito e Gelli lo ha iscritto alla sua organizzazione di delinquenti. Berlusconi possiede anche la Mondadori, il più importante gruppo editoriale italiano. Se lo è aggiudicato grazie alla corruzione di giudici del suo avvocato di fiducia, Cesare Previti, poi finito in galera. Se la Merkel possedesse tre televisioni e 40 tra giornali e settimanali non avrebbe bisogno di fare la Grosse Koalition. Alle elezioni avrebbe l’80% dei voti. Perché non glielo proponete?
Il conflitto di interessi da noi è una barzelletta che ci racconta da anni il centro sinistra. I suoi esponenti passano in realtà il loro tempo a parlare di banche e di assicurazioni al telefono, qualcuno va in barca, qualcuno ad Arcore a rassicurare Berlusconi. Si chiamano Violante, Fassino, D’Alema. Gli ultimi due sono sotto indagine da parte della Procura di Milano. Il giudice si chiama Clementina Forleo, i suoi genitori sono morti in uno strano incidente dopo essere stati minacciati e lei è stata fatta passare per matta dai media, messa sotto processo e trasferita. Vorrei che vi prendeste anche Veltroni, il nuovo che ci avanza, un politico formatosi negli anni 70 e riverniciato con i colori del Partito Democratico (PD). Un nuovo brand che sostituisce quello dei Democratici di Sinistra (DS) che aveva rimpiazzato il nome Partito Democratico della Sinistra (PDS) che veniva dopo il Partito Comunista Italiano (PCI). I nostri politici sono come i camaleonti, cambiano nome e colore rimanendo sempre gli stessi. Sperano che gli elettori si dimentichino che la politica italiana è stata la peggiore di Europa negli ultimi vent’anni.
Non vorrei che vi dimenticaste Mastella che vive a Ceppaloni. Un signore che ha fatto divertire il mondo. Lui credeva di fare il ministro della Giustizia, ma era una comparsa. Lo hanno fatto ministro con un lecca lecca gigante e con un incarico preciso: fare l’indulto. Il primo atto del governo Prodi è stato la messa in libertà di 24.000 detenuti e la non messa in carcere di centinaia di funzionari pubblici, legati ai partiti. Mastella ha passato così tanto tempo a farsi fotografare in carcere con i galeotti che loro lo hanno adottato. Si è dovuto dimettere perché sua moglie è finita agli arresti domiciliari per concussione insieme a un numero imprecisato di esponenti del suo partito a conduzione familiare. Dini, un ex presidente del Consiglio, è un rifiuto extra tossico. Ha 77 anni e i suoi organi interni, in particolare il cervello, sono decomposti. La sua bella moglie è stata condannata per bancarotta a due anni e qualche mese. In Italia è un merito e lui ne è giustamente orgoglioso.
Vi chiedo di fare una retata in Parlamento per riempire i vagoni. Troverete 24 condannati in via definitiva per reati che vanno da associazione in banda armata, alla truffa, alla falsa testimonianza, all’associazione mafiosa. Ai magnifici 24 vanno aggiunti i condannati in primo e in secondo grado e i prescritti, in tutto un centinaio di gaglioffi. Prescritto da noi significa che la condanna è arrivata troppo tardi per finire in galera. Il campione mondiale di questo reato è il novantenne Giulio Andreotti, da scortare al binario in carrozzella. E’ stato condannato per contiguità con la mafia, ma a tempo scaduto. Per questo è stato promosso senatore a vita. Forse siete venuti a conoscenza del fatto che il Governatore della Sicilia è stato riconosciuto colpevole in gennaio, per aver favorito alcuni mafiosi, con una condanna a cinque anni, oltre all’interdizione dai pubblici uffici. Ha mangiato un piatto di cannoli per festeggiare (pensava di prendere molto di più) e poi è stato costretto alle dimissioni. Ma non farà neppure un giorno di galera anche se sarà condannato in via definitiva (da noi ci sono tre gradi di giudizio). Due anni sono abbonati a ogni cittadino e tre sono un grazioso regalo della legge sull’indulto del facondo Mastella (ha un giro vita di 200 centimetri, mangia come un facocero). In compenso Cuffaro entrerà in Parlamento nominato dal suo partito. Infatti, la nostra legge elettorale, imposta con un colpo di mano da Berlusconi prima di mollare la presidenza del Consiglio nel 2006, prevede che deputati e senatori siano nominati dalle segreterie di partito e non eletti dagli italiani. In parlamento ci sono mogli, amanti, impiegati, portaborse, signorsì, pregiudicati, mafiosi, camorristi. Il cittadino può solo fare una croce su un simbolo.
Molti dicono che faremo la fine dell’Argentina, in realtà l’abbiamo già fatta, ma ci vergogniamo a dirlo in giro. Ci sono quasi sei milioni di precari in Italia che lavorano un mese si e uno no. I più fortunati guadagnano 800 euro al mese. Sono ragazzi e ragazze che non avranno mai una pensione. Ogni anno aumentano. L’industria italiana è la Fiat e poco altro. I grossi gruppi sono concessionari dello Stato, autostrade, telecomunicazioni, energia: sono dei monopoli. Gli investimenti stranieri in Italia sono crollati. La Spagna ci ha superato. Nelle classifiche europee siamo sempre penultimi o ultimi, ce la giochiamo ogni volta con la Grecia. L’Italia ha il più alto numero di truffe nei confronti della Comunità Europea. I fondi europei, circa 9 miliardi all’anno, finiscono quasi tutti a tre Regioni italiane, Campania, Calabria e Sicilia, dove comandano Camorra, Ndrangheta e Mafia. Un buco nero di commistioni tra politica e criminalità organizzata. Potrei andare avanti per ore, ma mi manca il coraggio e lo spazio. Fate partire il treno al più presto e invadeteci. Gli italiani sono dalla vostra parte. “Cry for me, Deutschland”. Beppe Grillo"

"La rete non dimentica". Quanto è vero.

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

giovedì 7 luglio 2016

Tutte contraddizioni dei grillini su UE e Euro

Ma cosa pensano davvero i grillini dell'Unione Europea e dell'Euro. No perché, noi non lo abbiamo capito.

Sia chiaro, la base degli elettori è molto variegata: si passa dai semplici cittadini stufi della vecchia politica che sperano in un cambiamento e si aggrappano al movimento di Beppe Grillo, ai complottisti più estremisti che vedono complotti, macchinazioni, magheggi ovunque, sentendosi sempre controllati e spiati da chissà quale "master of puppets" che tira i fili e muove i burattini.

Quel che sembra è che i vari leaders/parlamentari cambino idea sui vari argomenti in base a come cambia il vento (o par loro cambiare) della base.

Cosa ne pensano i vari Di Battista, Di Maio, Grillo etc di un referendum per uscire dalla UE (a modi brexit) o dall'Euro?

La risposta è: dipende dal giorno in cui glielo chiedete.



@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

domenica 12 giugno 2016

Se vince la Raggi, a Roma governerà Beppe Grillo

Le elezioni sono passate e a Roma, come prevedibile, si andrà al ballottaggio. PD contro M5S, Raggi contro Giacchetti....o meglio, sulla carta sarà così.

Sì perché Virginia Raggi, candidato sindaco grillina, ha sicuramente rubato la scena a tutti nelle ultime settimane, ottenendo poi un risultato che in pochi si aspettavano così buono.
Roma è una città particolare, piena di problemi, scandali, praticamente in default, ergo un risultato inatteso come un trionfo grillino era, scusate il gioco di parole, più atteso.

Sulla Raggi ci sarebbe tanto da dire (soprattutto per il programma economico, fra i club dei pannolini lavabili dalle donne al baratto parziale), ma la domanda principale che in molti si pongono è: la se vincesse per davvero il ballottaggio, governerebbe lei...oppure Beppe Grillo?

La nostra ovviamente è una provocazione un po' cattivella, però non casuale.
Lo scorso Aprile Beppe Grillo scavalcò la propria candidata Sindaco affermando che:
"Negli uffici comunali ci saranno esuberi"


andando contro la stessa Raggi che invece voleva tagliare la spesa ma senza toccare i dipendenti, municipalizzate incluse.
Sia chiaro, nessuno qui vuole difendere i dipendenti pubblici (dirigenti e non) fannulloni, anzi, per quel che conta, Grillo ha ragione da vendere qui. Fa strano però che il leader che vale 1 come gli altri faccia dichiarazioni che vanno oltre quella che poi dovrebbe essere chi governa.

Altre questione, è quella annunciata da Di Maio sugli assessori a tempo determinato (o co.co.pro.). Qui la Raggi è sembrata d'accordo, non sappiamo però quanto di sua spontanea volontà.
Così come la questione del "direttorio" di esperti che la aiuterà nelle decisioni difficili. Considerando che ci faranno parte personaggi come la Taverna e la Lombardi, che spesso hanno presenziato le pagine (e fanpage) di codesto blog ironico (qui e qui)...

Aggiungiamo le dichiarazioni della stessa Raggi a L'Espresso, nelle quali spuntano, fra le tante, il fatto che se Grillo le chiedesse di lasciare, lei lo farebbe e che sia giusto avere un garante (o meglio, il 72% degli italiani intervistati è favorevole quindi lei si aggrega), anche se con un grande potere decisionale finale...insomma, uno vale uno sta sega....

Ultimo ma non ultimo, la Taverna che propone di rinviare le Olimpiadi (ovviamente la candidatura di Roma, non la manifestazione...anche voi antigrulli, non siate come i grulli stessi...). perché lei, membro del futuro, possibile, direttorio e non la candidata sindaco (che invece prende tempo e rimanda la questione per il prossimo autunno) ??

Al netto di queste dichiarazioni, la provocazione che in realtà sarà Grillo (+ direttorio/staff) ad amministrare Roma e che la Raggi sia solo una rappresentante dello stesso, come pensano molti, sembra più un sospetto nemmeno così infondato.

Detto ciò, se Raggi vincesse, faremo lei i migliori auguri. Roma ha bisogno di un buon governo...e tiferemo per chiunque dovrà compiere una missione apparentemente impossibile.

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

domenica 5 giugno 2016

Anche la Procura di Trani distrugge il M5S

Con tempi biblici e costi che meglio non sapere sennò partono gli smadonnamenti, anche la Procura di Trani ha stabilito che non vi è alcun nesso fra vaccini ed autismo.

La comunità scientifica internazionale è da anni che lo dice ma, come spesso accade, in un Paese antiscientifico come il nostro ci vuole sempre più tempo...e non sempre arriviamo a conclusioni ovvie al resto del Mondo.

Ma che c'entra tutto ciò con i nostri grullini? Semplice. Indovinate quale sia il partito/movimento che apertamente si era schierato più volte contro i vaccini (o comunque aveva sollevato grossi dubbi su di essi), specialmente contro l'obbligo degli stessi?

Massì.....il Movimento 5 Stelle! Già Grillo ai tempi in uno spettacolo vomitò contro l'utilità delle vaccinazioni, ma....è un comico...scherza no? Se invece a farlo sono Parlamentari, beh, la questione è più seria.

Vi rimandiamo agli articoli dedicati alle fandonie grullesche

http://assurdita5stelle.blogspot.com/2013/03/vanoli-referente-m5s-su-ambiente-e.html
http://assurdita5stelle.blogspot.com/2014/06/proposta-di-legge-m5s-vaccini-provocano.html
http://assurdita5stelle.blogspot.com/2015/10/le-posizioni-criminali-di-grillo-e-m5s.html
http://assurdita5stelle.blogspot.it/2015/11/sen-fattori-5-stelle-e-i-maschi-che.html


Almeno per adesso la scienza e il buon senso hanno avuto la meglio. Fino a quando durerà?
@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

domenica 29 maggio 2016

La candidata grillina che difende una Kasta

Curioso come le cose tendano a cambiare nel giro di pochi anni. Abbiamo un movimento nato grazie all'innovazione, alla tecnologia, alle nuove idee applicate in diversi campi, a persone che guardano avanti e cercano di modificare vite e azioni degli uomini che, appena acquisito un po' di potere, non porta avanti questa filosofia, rinnegandola quasi in toto.

Vi sarebbero molti esempi, ma l'ultimo è davvero interessante. I grillini, più onesti, intelligenti, più democratici (ahahha) e soprattutto nuovi, diversi, non mortizombbbieeee come gli altri, assolutamente contro la kasta (anzi, le kaste) di questo Paese...hanno come candidata a Roma, la capitale d'Italia, una che si scaglia contro Uber e a difesa dei tassisti!

Non stiamo scherzando. Virginia Raggi se ne è uscita con la frase ""In una città in cui il trasporto pubblico va riorganizzato non mi sembra il caso di incoraggiare la concorrenza sleale di Uber". D'accordo con lei, Stefano Fassina, uno che ovviamente non fa parte della vecchia politica.

La candidata del movimento della rete, dell'uno vale uno, paradossalmente garantito da Uber (ognuno può mettersi il proprio e diventare un "driver", come vengono chiamati gli autisti di Uber), attacca l'innovazione, difendendo il vecchio, quei tassisti che de facto rappresentano una della KASTE made in Italy (fra l'altro, una delle più chiuse ed agguerrite nel mantenere la propria posizione di rendita/protezione) che tanto sono state oggetto di critiche di Grillo e grillini.

Quando però si tratta di garantirsi voti sicuro, ecco che la cara vecchia politica viene a galla, anche nel M5S.

E pensare che proprio il M5S presentò, ai tempi, una proposta a favore del car pooling e di Uber Pop. La rete non dimentica....per fortuna.

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

mercoledì 18 maggio 2016

Il M5S vuole abolire la democrazia nei partiti

2 giorni fa il M5S ha presentato 3 emendamenti in cui  si eliminava l'obbligo di democrazia interna per partiti e movimenti politici.

Siccome il caso Pizzarotti è su tutte le prime pagine, ovviamente è un bene eliminare quel poco che di democrazia rimane all'interno dei partiti e movimenti politici italiani, 5 stelle in primis.

Altro che difensori della democrazia! I grillini ubbidiscono al grande guru e basta. E così DEVONO fare, a quanto pare.

Fortunatamente, i suddetti emendamenti sono stati bocciati oggi dalla Commissione Affari Costituzionali della Camera.

L'intenzione però è chiara: no statuto, no regole certe, ergo...si fa come gira al guru Grillo. E quindi Negarin viene salvato, Pizzarotti invece....

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

domenica 15 maggio 2016

Grillo: "Sindaco di Londra Musulmano? "Se si fa esplodere a Westminster..."

Ricordate la battuta di Berlusconi ai tempi dell'insediamento di Obama "E' giovane, bello e abbronzato"? Ricordate anche le polemiche successive alla frase, grilline comprese?

Oggi siamo oltre, decisamente oltre. I protagonisti sono cambiati: da un lato abbiamo Grillo, leader del secondo partito d'Italia, dall'altra il neo sindaco di Londra, Sadiq Khan.

Il comico, come riportato da Repubblica, durante un suo spettacolo avrebbe prima scherzato sulle origini del sindaco
"Un fatto straordinario che un 'bangladeshiano' sia stato votato con tanto entusiasmo, ma..."


ignorando completamente che in realtà sia di famiglia pakistana.

Sadiq Khan e Beppe Grillo

Successivamente, si sarebbe concesso ad una battuta strettamente collegata alla fede (musulmana) del primo cittadino londinese

"voglio poi vedere quando si fa saltare in aria a Westminster..."


Se la battuta di Berlusconi fu etichettata come "razzista", questa di Grillo...cosa sarebbe?

Grillini....ci siete? Siete ancora svegli e dotati di cervello?

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

mercoledì 6 aprile 2016

Grillo spaccia la piazza del Papa per la protesta anti Renzi a Napoli

"Giornali e giornalisti sono brutti e kattivi, pakati dalla ka$ta per disinformare e nascondere la verità". Quante volte avete sentito frasi come questa pronunciate e scritte da Grillo e grillini vari?

"Tantissime!!!"

Lo sappiamo, lo sappiamo.

Ovviamente questo blog raccoglie le tante (troppe forse...ogni tanto ce ne sfugge qualcuna) buffonate, assurdità, minchiate...chiamatele un po' come volete, pubblicate su blog e pagine varie di Beppe Grillo-M5S-grillini.
Non poteva quindi mancare l'ultima, a tema la protesta dei napoletati contro Renzi, in visita proprio a Napoli.

Grillo pubblica un post sulla fanpage a titolo "UNA MAREA UMANA IN PIAZZA! LA GENTE NON NE PUO' PIU'. PARTE LA RIVOLTA" con allegata una foto:



Cosa vedete? Come dite?
Sì, nella piazza  anti Renzi ci sono le fotografie dei Santi. Beh, forse i centri sociali sono molto religiosi, oppure chiedono l'aiuto direttamente ai santi stessi. Magari la marea umana è andata in piazza a pregare, come forma di protesta "superiore"....ahhahah ok basta battute.

In realtà, il Beppone nazionale ha spacciato la foto di piazza del Plebiscito durante la visita di Papa Francesco del 21 marzo 2015.Per quello il palco, i santi, i colori "papali", uomini della sicurezza con il giubbottino giallo etcetc.

Contro Renzi la protesta c'è stata sia chiaro, e nemmeno molto pacifica. ma erano in 2000 circa. Altro che marea umana....

 @RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

2 malattie vicine al debellamento, ma non in Italia (anche per colpa del M5S)

Belle notizie per molti Paesi ma, come purtroppo sempre più spesso accade, non per l'Italia. 2 malattie, Rosolia e Morbillo, sono stati debellate in ben 32 Paesi europei, un obiettivo molto importante.

"L'interruzione della trasmissione in più di metà dei paesi europei mostra che l'obiettivo di una eradicazione in tutta la regione è possibile - afferma Zsuzsanna Jakab, direttrice dell'ufficio europeo dell'OMS -, e siamo sulla buona strada per raggiungerlo. Dobbiamo mantenere lo sforzo per conservare questi progressi, che sono comunque fragili, ed essere sicuri che i paesi che mancano riescano a mettersi in pari velocemente"

Peccato però che l'Italia sia esclusa da questa lista, in compagnia anche di grossi Paesi come Francia e Germania.

Tanto per citare due dati:

Secondo l'ultimo rapporto del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), nel 2015 nell'Unione Europea (UE) ci sono stati quasi 4000 casi di morbillo, con un bimbo di 19 mesi morto, e sei casi di encefalite acuta grave.

Perchè nel titolo abbiamo citato il M5S? Semplice: il modo più efficace per debellare queste due malattia (ma non solo) sono le vaccinazioni...e qui c'è il problema.

I grillini  più di una volta sono stati molto contrari critici e sospettosi nei confronti delle vaccinazioni (qui potete trovare un breve elenco di post e dichiarazioni a cui aggiungiamo questa dell'On. Elena Fattori) tanto da non accettare la proposta di vaccinazioni obbligatorie legate al diritto allo studio.

Questi, cari amici, sono i danni delle assurdità antiscientifiche di talune persone. Per quelli che "basta l'onestà"..



@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

martedì 5 aprile 2016

Caro Di Battista, anche tu ci crei molto "soddisfamento"


 A minuto 15:39

"La città di Francoforte che ha un obiettivo 2050 la...il totale SODDISFAMENTO per quanto riguarda le richieste interne di energia rinnovabile autoprodotta".


Anche tu, caro Dibba, assieme agli altri grillini, ci porti molto soddisfamento soddisfacimento per quanto riguarda la quantità di assurdità che ogni giorno dicete dite.


Dibba mentre si sfoza di inventare un nuovo termine, "soddisfamento"

 @RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

lunedì 28 marzo 2016

l'On. Elena Fattori paragona "Le Scienze" a Donna Moderna e Topolino

Cosa pensa l'Onorevole Fattori della rivista scientifica italiana più conosciuta e prestigiosa nel nostro Bel Paese?

Considerando che ciò che sostiene l'on. grillina viene sempre confutato criticato (è Pasqua, siamo buoni) da chi scrive su Le Scienze, scommettiamo che il suo giudizio non sia poi così positivo.

Ed infatti, andando a rovistare fra i commenti in uno dei suoi post pseudo scientifici sulla Xylella, confutati da Le Scienze (ma non solo, come fanno notare nei commenti), ecco che la Fattori ci illumina con il suo giudizio verso il direttore della rivista, chi ci scrive, e la rivista stessa:

 

E ancora:



Curioso che questi giudizi provengano da una che, ad esempio, appoggia il prof Infascelli (di cui abbiamo già parlato) o pubblica cose come questa sui vaccini e questa sugli studi del mais OGM.

Forse, e diciamo forse, prima di dare della Donna Moderna e Topolino ad altri, sarebbe meglio guardare a casa propria.

No?

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

mercoledì 16 marzo 2016

I grillini censurano la satira sulla candidata a 5 stelle!

Coerenza e rispetto, due cose oramai sconosciute nel mondo grillino. Il bello è che, in questo caso, l'argomento è la comicità. O meglio. la satira.

Considerando che il leader fondatore del M5S è un comico che ha fatto della satira e della comicità il suo lavoro per decine di anni (facendo più o meno ridere, questo non sta a noi giudicarlo), l'incoerenza in questo caso è davvero ridicola, oltre che vergognosa.

Sì perchè censurare un profilo twitter come quello di @VirginiaReggi, profilo fake satirico di Virginia Raggi (candidata del M5S a Roma), etichettandolo con cose del tipo "propaganda anti M5S", "troll del PD" e altre frasi simili, è da invasati estremisti, per non dire fascisti.




Un attacco alla libertà di satira, dagli stessi che poco tempo fa erano solidali con Charlie Hebdo.

#JeSuisCharlie quando però la satira e la presa in giro riguardano gli altri. Se toccano me, non mi sta bene, ergo censura. Ora capiamo il perchè Putin sia ben visto da molti grillonzi.

E questa sarebbe l'alternativa? Contenti voi...

PS: un altro account satirico di Virginia Raggi è stato aperto su Twitter. Vi invitiamo tutti a seguirlo.

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

martedì 15 marzo 2016

I Grillini si rivoltano contro il post allarmistico di Grillo!

Ci risiamo. Per l'ennesima volta Beppe Grillo (o chi per lui) ha pubblicato un articolo sul suo blog lanciando l'allarme su un possibile prelievo forzoso delle banche sui conti correnti degli italiani a causa del Bail-In.

Di queste cose abbiamo già discusso e vi rimandiamo al post dedicato.

Non è nemmeno la prima volta che Grillo lancia un allarme su un possibile prelievo forzoso: ricordiamo ad esempio qui e qui e qui. Ovviamente, ad oggi non è ancora accaduto, ma la memoria dei grillini, si sa, è corta. Solo gli economisti sbagliano le previsioni, i comici mai.


Curioso però che questa volta, almeno sulla pagina facebook del leader del M5S, i grillini non l'abbiano mandata proprio giù.

Numerosi infatti sono stati i commenti molto critici e negativi nei confronti dell'articolo allarmistico, per non dire proprio inca**ati.

Esempio:






Pian piano i grillini si stanno accorgendo della realtà. Meglio tardi che mai, giusto?


@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Altre Assurdità

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...