venerdì 18 aprile 2014

Grillo non sa cosa sia l'avanzo primario

Come segnalato su Rebel Ekonomist, l'odierno strafalcione di Beppe Grillo sul suo blog è qualche cosa di epico (per chi studia economia). Se questi vogliono fare la rivoluzione, è bene che prima tornino a frequentare come minimo la ragioneria, vista la palese impreparazione in materia economica (fosse solo quella poi...).

Citiamo:

"Ultimo post sul blog di Grillo titolato "L'Italia in mano agli usurai". Si parla di Europa (...). Solite cose su complotti e pagamenti di interessi alle banche tedesche (non dite lui che circa il 60-70% del debito italiano è detenuto da istituti, imprese e famiglie italiane). Ad un certo punto però, ecco la perla di saggezza:


Siamo tornati al '600 in Italia. Al posto degli eserciti stranieri, i poteri finanziari, ma almeno, allora, non ci prendevano per il culo con una finta democrazia e le riforme costituzionali fatte solo per perpetuare la Casta. Lo Stato italiano spende circa 800 miliardi di euro ogni anno. Di questi, 100 sono di interessi sul debito, senza questa zavorra avremmo un avanzo primario. Le entrate sarebbero superiori alle spese nonostante gli sprechi, che comunque sono enormi, tra i 100 e i 150 miliardi. 
Dov'è la stupidata? Suggerimento: se avete frequentato almeno i primi due anni di ragioneria in due secondi la trovate da soli.
 Questo per  dire a tutti gli altri quando grande sia la vaccata scritta:

"Lo Stato italiano spende circa 800 miliardi di euro ogni anno. Di questi, 100 sono di interessi sul debito, senza questa zavorra avremmo un avanzo primario"

Cari lettori, grillini e non, dovete sapere che l'avanzo primario è la differenza fra le entrate e le spese pubbliche senza la spesa per interessi. Quindi, quei 100 miliardi non si contanto nel calcolo dell'avanzo primario.
Tanto per, l'Italia è già in avanzo primario, ed anche di un bel po' (4% circa sul PIL)."

E questi vorrebbero far la rivoluzione?

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

giovedì 17 aprile 2014

Quando anche il M5S tutto votava A FAVORE della modifica del 416-ter

Vi ricordate V per Vendetta, in cui i totalitaristi salgono al potere realizzando attentati biologici e attribuendone la paternità a "gruppi terroristici"? Cito questo film (e non il fumetto, lì ciò non accade) non a caso: le maschere di Guy Fawkes sono infatti spesso presenti nei raduni dei 5 stelle (piccola provocazione, sorry).

Bene, torniamo alla realtà. Modifica del 416-ter, più conosciuto come "Scambio Elettorale Politico-Mafioso". Non voglio discutere sul testo (ognuno avrà la sua idea), però se siete grillini sicuramente sarete solidali con i vostri parlamentari che hanno gridato allo scandalo, sollevando un polverone tale da far parlare tutto il web (e non solo) di questa modifica.
A torto o a ragione, hanno ottenuto il loro obiettivo: screditare gli autori di questa modifica.

Peccato però che esista il web, lo stesso tanto amato dai grillini, loro leader in primis, e peccato anche che le varie votazioni in Parlamento vadano tutte online.

Fra queste è online anche la votazione n. 13 (Camera), seduta n. 54 del 16/07/2013:
"[Modifica 416-ter, scambio elettorale politico-mafioso ] TU pdl 204 e abb.-A - voto finale link alla fonte ufficiale la votazione si riferisce agli atti: - Atto C.204 Modifica dell'articolo 416-ter del codice penale, in materia di scambio elettorale politico-mafioso approvato con il nuovo titolo "Modifica dell'articolo 416-ter del codice penale, in materia di scambio elettorale politico-mafioso" 
Nel testo è ovviamente presente tutto ciò che ha destato scalpore ed ira nei parlamentari grillini, come potete verificare voi stessi qui.

Secondo voi, quanti grillini sono stati contrari a questa votazione? Tutti? 3/4? Metà. Siete fuori strada miei cari.


NESSUNO.

Curioso come i grillini siano in prima linea nel denunciare (giustamente) contraddizione e comportamenti opportunistici dei loro avversari politici, per poi essere allo stesso tempo totalmente ciechi quando i loro stessi cittadini fanno altrettanto.
Qui TUTTI i grillini hanno votato a fvore di questa modifica, stessa modifica che poi oggi stanno duramente criticando puntando il dito a tutti gli altri partiti che l'han fatta passare.

Un po' come i totalitaristi in V per Vendetta: realizzano il peccato, e poi danno la colpa ad altri.

Fonte: http://rebelekonomist.blogspot.com/2014/04/quando-anche-il-m5s-tutto-votava-favore.html

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

mercoledì 16 aprile 2014

Buccarella (M5S) sul social housing ammette: Non abbiamo fatto i conti su quanto costa

Pochi giorni fa Grillo ha annunciato il piano per aiutare gli italiani che non hanno la casa o sono in difficoltà con il pagamento del mutuo denomitato "Social Housing". Sul suo blog c'è anche un post in cui si "spiega" in cosa consisterebbe quella che poi diventerà una proposta di legge.

Ci sarebbe molto da discutere sulle proposte, anche perchè sembrano scritte da uno che non solo non ha mai letto un libro di economia, ma evidentemente si è dimenticato di usare quella cosuccia chiamata "ragione" mentre le stendeva, ma non vogliamo parlare di questo ora.

Curiosa piuttosto è la risposta dell'On. Buccarella, ospite ad OttoeMezzo, alla domanda di Lilli Gruber:  (da 22:50):




"No". Beh, non male come inizio. Soprattutto ci ricorda molto le promesse fatte da quei vecchi politici tanto odiati dai 5 stelle, che poi si scopre non essere coperte da alcun fondo. Anzi, in questo caso sono fin riusciti a superarli visto che non hanno detto nemmeno da dove cercare questi fondi (se mai esistano per coprire una spesa folle di quel genere).

Possiamo solamente apprezzare l'onestà del grillino. Ma solo con quella, non si va da nessuna parte.

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

martedì 15 aprile 2014

Ignoranza a 5 stelle: grillini che sbagliano lo stato civile nella dichiarazione dei redditi

Se sono un uomo, sono nubile o celibe? Quante volte ve lo siete chiesti? ...Mai? Beh, meglio per voi che avete le idee chiare, visto che alcuni vostri concittadini (perchè non vogliono essere chiamati Onorevoli) ancora non sanno bene la differenza fra i due termini.

E' il caso di due grillini che, rientrando in questa categoria, hanno sbagliato a scrivere il loro stato civile nella dichiarazioni dei redditi. Vedere per credere:



I due grillini hanno invertito i termini scegliendo quello sbagliato (sono pure sfigati, avevano il 50% di possibilità...). La Cancelleri ha però cancellato l'errore salvando il salvabile. Il buon Nuti invece no.

Non parliamo poi di chi, come Gallinella (e qui le battute si sprecano), ha scritto la sua nazionalità






Questi vorrebbero far la rivoluzione. Il buon Giuseppe Bottazzi si starà rivoltando nella tomba..


@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

domenica 13 aprile 2014

Le sexy candidate alle Elezioni Europee del M5S

sexy candidataRicordate quando il M5S (a torto o a ragione) criticava alcune scelte di altri partiti (in primis Forza Italia prima e PDL dopo) a causa dell'aspetto fisico ed il passato di alcune candidate (poi elette) alle elezioni? Tanto per fare due nomi, Nicole Minetti e Mara Carfagna?

Ecco, dopo un anno che sono entrati a Roma, abbiamo altre sexy candidate....ma proprio nelle fila di chi un tempo cle criticava.

Come raconta il sito "Termometro Politico":

Sono due le candidate del Movimento 5 Stelle ad essere al centro di infuocate polemiche. “Sexy candidate” sono state ribattezzate. La prima è Marina Adele Pallotto, 35enne abruzzese di Sulmona ma residente a Macerata. Insegnante, sebbene adesso in aspettativa (non retribuita), ha ottenuto 1.571 preferenze al secondo turno delle europrimarie grilline (quelle effettuate sul web). A creare ilarità è il suo presente di top model: infatti sul sito internet dell’agenzia ‘Top Model Management’ Marina Adele è ‘Stellina’, attrice, ballerina, cantante e modella specializzata in “Nudo sexy-Playboy”, “Nudo soft”, “Seminudo-Topless“. Le sue taglie (90-65-85) sono invidia per altre donne che, non sole, denunciano l’incapacità dell’insegnante a riposo (ormai risoprannominata ‘sexy maestra’) di ben rappresentare le Marche a Bruxelles e Strasburgo.
Il secondo nome epicentro di dissidi in casa M5S, e non solo, è quello di Silvia Incerti. 27enne di Canossa (Emilia-Romagna), nel 2008 posò nuda per il calendario ‘Sexpolitik’. L’obiettivo suo e delle altre undici ragazze in posa era quello di sostenere il Governo Prodi, allora agonizzante tra l’incudine di Veltroni, Berlusconi e Mastella: “Tieni duro Romano! Noi saremo con sempre con te, anima e corpo”, vi era scritto nel calendario.

1571 preferenze. E si capisce il perchè. Per il suo passato di insegnante ovviamente....e che pensavate voi??


Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

sabato 5 aprile 2014

Se nelle liste del M5S ci sono parenti è diverso: "si condivide un cammino assieme"

Ricordate i tempi in cui i grillini denunciavano a gran voce i casi di parentopoli all'interno di partiti, municipalizzate, RAI, liste elettorali, comuni, province, regioni, amministrazione centrale etc etc etc?

Tutti eravamo d'accordo nel combattere questi casi di non meritocrazia con loro.
Bene, una volta eletti però, ecco spuntare alcuni casi di parentele nelle varie liste grilline in giro per l'Italia (potete trovare un riassunto di qualche mese fa in questo post).
Dopo poco, ordunque ecco che ricapitano gli stessi vizi anche da quelli che facevano della lotta alla casta, ai favoritismi e agli sprechi il loro cavallo di battaglia.

L'ultimo caso di parentopoli però è curioso, più che altro per la giustificazione data dal diretto interessato.
Il candidato sindaco di Prato, Mariangela Verdolini, ha messo in lista, per esempio, il marito Vicenzo Del Mondo oltre alla coppia Manuela Biliotti e consorte Fabio Scarrone.  Proseguendo, si nota  l’accoppiata mamma e figlia, Marina Pulichino (figlia) e Loredana Angelozzi (mamma). Concludendo, anche se qui non si tratta proprio di parenti, ecco Chiara Bartalini, fidanzata del candidato alle Europarlamentarie Riccardo Vergombello.


Una volta scoppiata la polemica (qui per maggiori dettagli), ecco che la Verdolini se ne esce con una risposta epica (grassetti nostri):

"La mia lista è fatta da persone che sono attive nel Movimento da molto tempo. Se vi e' qualche rapporto di parentela è perché le persone stanno condividendo un cammino che vuole portare al bene di tutti. Siamo cittadini onesti che vivono i problemi della quotidianità e vogliamo cambiare le cose per tutti".

Ma come?!? Quando altri hanno rapporti di parentela sono dei ladri, fanno parte della casta, sono morti, sono zombie etc etc...quando un grillino però mette in lista suoi parenti, lo fa "perchè si condivide un cammino". Che vuol dire??

E la coda di paglia è palese. Come raccontato da "iltirreno":


"Dietro la presunta parentopoli a 5 Stelle, che ha più il sapore di “un affare di famiglia”, c'è un altro giallo: i nomi della lista di Verdolini comparivano su un video - quello inviato prima della tornata di Comunarie a Grillo e Casaleggio - fatto girare su Youtube che è scomparso già da ventiquattro ore (mercoledì 2 aprile). Ma non del tutto, però: qualcuno ha fatto i tempo a conservare il link e qualche screenshot."

Sempre meglio, non c'è che dire (purtroppo)...

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Altre Assurdità

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...